Vendita ed assistenza Sistemi Antitaccheggio


La necessità di tutelare il proprio lavoro ed in modo particolare i propri beni è una necessità ormai consolidata e non sentita dai responsabili di grandi magazzini ma anche nelle piccole e medie attività che devono mensilmente aggiornare le proprie perdite inserendo la voce furto su un sempre più maggiore numero di articoli a magazzino in particolare modo nel settore abbigliamento

Etichette, Disattivatori
Antenne, Chiodini, Alert Tag RAT

Il metodo di " mettere in vista ciò che maggiormente si vuole vendere" , ha sicuramente ottenuto l'effetto desiderato ma ha anche innescato il fattore negativo denominato " TACCHEGGIO " . Per questo motivo, viste le continue richieste da parte della nostra clientela , CAMF commercializza ed assiste Sistemi . Antitaccheggio a radiofrequenza in grado di garantire la protezione di beni e merci esposte negli esercizi commerciali composti a seconda della tipologia del negozio (ABBIGLIAMENTO ARTICOLI SPORTIVI ANTICHITA'  CALZATURE DISCHI FOOD  GIOIELLERIE LIBRERIE OTTICA  OREFICERIE PELLETTERIE TABACCHI TELEFONIA TENDAGGI VIDEOTECHE  ) una vasta gamma di antenne adatte a varie conformazioni dei varchi, nonché di etichette rigide e morbide, disattivabili e non, adattabili con una serie completa di accessori alle varie tipologie di prodotti esposti. Per gli articoli protetti con etichette adesive in carta, al momento del pagamento bisogna neutralizzare l’etichetta in modo da evitare che all’uscita protetta da un sistema antitaccheggio, scatti l’allarme. Con il nostro sistema di disattivazione questa operazione diventa molto semplice. Il disattivatore è molto flessibile; consente, con lo stesso dispositivo, di utilizzare il classico tappetino a vista o nascosto sotto il piano della cassa. Può essere integrato ad un normale scanner da banco o in un lettore flash di codici a barre, riuscendo così ad ottenere la lettura del codice a barre e la disattivazione dell’etichetta di protezione in un’unica operazione. Il disattivatore elettronico è invisibile e permette la disattivazione delle etichette adesive di protezione fino a 30 cm di distanza, senza necessità di contatto o di posizionamento dell’etichetta, ovvero anche se inserite all’interno delle confezioni. Il disattivatore elettronico non è dannoso per ogni tipo di supporto magnetico (carte di credito, floppy disk, musicassette, videocassette, ecc.).

INDAGINI DI MERCATO

Secondo recenti documentate indagini di mercato, in Italia i furti nei supermercati e nelle catene commerciali di ogni genere e tipologia commerciale dilagano con una velocità di crescita più che doppia rispetto alla media dell'Unione Europea .Nel Nostro " Bel Paese" il valore delle cosiddette 'differenze inventariali ha raggiunto nel 2003 quota 3,3 miliardi di euro, con un balzo dell'8,5%, secondi solo alla Danimarca ( +9,1%) rispetto allo scorso anno.  La crescita dei furti in Italia è risultata poi superiore al tasso medio rilevato nei principali Paesi europei e stimato intorno al 5%. In Italia peraltro è stata registrata una velocità di crescita dei furti nei supermarket tra le più elevate in Europa, in rapporto anche al livello globale del valore degli ammanchi. Nel nostro Paese è molto più alta della media europea anche la quota dei furti attribuibili ai clienti: il 54,3% contro il 48,4% della stima per l'area Ue. Si registra invece in Italia una quota di ammanchi inferiore alla media per quanto riguarda le responsabilità dei dipendenti: il 18,9% contro il 25,8% nel resto del Vecchio Continente.  In Europa i furti al supermercati valgono 30,3 miliardi di euro, l'1,45% del fatturato della grande distribuzione. In paesi come la Germania,l' Austria e la Svizzera sono state registrate delle flessioni dei furti grazie alla elevata quantità d'installazioni di sistemi antitaccheggio al punto cassa e di protezione della merce su scaffale utilizzando massicciamente le tecnologie radio.In Italia la stragrande maggioranza delle 'differenze inventariali' - sottolinea il rapporto Ertb ( Ente che si occupa della misurazione dei furti nel commercio al minuto nell'Unione Europea  ) è attribuibile direttamente ai clienti: almeno 1,8 miliardi di euro, cui si aggiungono oltre 625 milioni di euro di ammanchi di merci che possono essere ricondotti ai dipendenti. I prodotti maggiormente colpiti dai furti sono capi d'abbigliamento, alcolici , cosmetici , piccoli elettrodomestici e apparecchi elettronici di piccole dimensioni. In Europa i furti hanno determinato per le società distributrici  dei costi non previsti di circa 30,4 miliardi di euro, di cui 5,7 miliardi connessi ai sistemi di sicurezza. La quota media italiana è cresciuta notevolmente negli ultimi tre anni: nel 1999,  era stata individuato un livello pari all'1,24% del fatturato, passato poi all'1,3% l'anno successivo





ETICHETTE ANTITACCHEGGIO FALSE BARCODE
CHIODINI ANTITACCHEGGIO
ALERT TAG ANTITACCHEGGIO PER CELLULARI